appleFinanzaFinanza e MercatoiOSiphoneMercatoMobile e NotebookprocessoriQualcommSmartPhone

Qualcomm compra Nuvia per sfidare Apple, AMD e Intel

Apple e Nuvia si stanno scontrando nelle aule dei tribunali, una battaglia legale avviata poco dopo la nascita della startup specializzata nella progettazione di processori, fondata da ex dipendenti di Cupertino: ora lo scenario si complica ulteriormente con l’acquisizione annunciata da Qualcomm di Nuvia per ben 1,4 miliardi di dollari.

Ricordiamo che Nuvia è stata fondata all’inizio del 2019 da tre ingegneri ex dipendenti Apple, che per anni hanno ricoperto ruoli chiave nella progettazione e sviluppo dei processori per iPhone e iPad. L’obiettivo dichiarato di Nuvia è quello di impiegare le conoscenze acquisite nel campo dei processori per dispositivi mobile, a basso consumo ed alte prestazioni, per creare una nuova famiglia di processori destinati ai server, in concorrenza con Intel e AMD. Il piano iniziale però sembra ora destinato a cambiare con l’acquisizione da parte di Qualcomm di Nuvia.

Tre ex dirigenti di Apple responsabili dei chip hanno fondato un’azienda per sfidare Intel e AMD
John Bruno, Gerard Williams III e Manu Gulati, co-fondatori di NUVIA, nel quarter generale di Santa Clara dell’azienda.

«È emozionante vedere Nuvia entrare a far parte del team Qualcomm» ha dichiarato in un comunicato il chief product officer di Microsoft, Panos Panay. «Andando avanti, abbiamo un’incredibile opportunità di potenziare i nostri clienti attraverso l’ecosistema Windows». Il comunicato di Qualcomm contiene un lungo elenco di dichiarazioni entusiastiche sull’operazione da parte di tutti i principali marchi di PC Windows, dispositivi Android ma anche di colossi dell’automobile.

Sembra che con questa acquisizione un po’ della magia dei processori Apple finirà nella mani di Qualcomm, all’avanguardia dei chip modem per smartphone, ma non ancora all’altezza in termini di prestazioni dei processori Snapdragon che praticamente a ogni generazione risultano superati da quelli Apple Ax.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il sospetto è fondato anche secondo quanto indica Reuters. L’obiettivo dell’acquisizione Qualcomm di Nuvia è quello di progettare processori proprietari, sempre a partire dall’architettura ARM, ma modificati e personalizzati, riducendo le licenze e la dipendenza di Qualcomm da ARM, comprata dalla rivale Nvidia. La tecnologia e l’esperienza di Nuvia saranno impiegati da Qualcomm per creare processori per smartphone, computer e anche per le automobili.

Nelle sezioni di Macitynet trovate tutti gli aggiornamenti su Mercato e Finanza.

Source link

Related Articles

Rispondi

Back to top button